Bologna, 8 mag. (Adnkronos) – “Quello che sta accadendo e che è accaduto anche il 25 aprile in tante città d’Italia e che è successo l’altro giorno anche a Milano, dimostra che l’Italia non è più né uno Stato unitario né di diritto perché le regole vengono applicate per i nemici e interpretati per gli amici”. Così all’Adnkronos Gianni Tonelli, deputato della Lega e già segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia, commenta la manifestazione dei sindacati sotto al palazzo della Regione Bologna.
“Sono state sanzionate persone anziane, mamme che accompagnavano i propri figli, commercianti che pacificamente chiedevano di poter tornare a lavorare, poi invece vediamo che, addirittura con il favore del Ministero dell’Interno che ha mandato una apposita circolare, sono state consentite le manifestazioni per il 25 aprile.
Il problema non è il 25 aprile o altro, ma se è possibile manifestare o no.
Oggi ci sono 200 persone sotto alla Regione di Bologna, centri sociali, Cobas, politicamente indirizzati: questi possono manifestare perché nessuno li sta sanzionando né li sanzionerà. E allora: io che voglio distribuire le mascherine in piazza senza assembramenti, da solo, mi daranno il permesso di farlo? Manderò oggi una lettera al Prefetto di Bologna per chiederglielo”.
(Sil/Adnkronos)

Leave a comment