25 APRILE. ‘NON SI VIOLI LA LEGGE’, LEGA AVVISA PREFETTO BOLOGNA
LETTERA DI TONELLI A IMPRESA: NORME ANTI-COVID INEQUIVOCABILI
(DIRE) Bologna, 24 apr. – Contro le celebrazioni del 25 aprile a Bologna, la Lega scrive al prefetto Patrizia Impresa. In una lettera rivolta alla titolare di piazza Roosevelt, il parlamentare ricorda i divieti sulle manifestazioni pubbliche imposte dal decreto sul coronavirus.
I bolognesi, ricorda Tonelli, “hanno cosi’ rinunciato alla celebrazione delle sante messe di Pasqua e, addirittura, si sono privati dell’ultimo saluto ai propri cari a causa del divieto di celebrare i funerali. Lo hanno fatto sapendo che cio’ era necessario per il bene comune, confidando che, come recita la stessa Costituzione, ‘tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge, senzadistinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali'”. Tonelli ricorda infatti i divieti imposti dal Governo nella necessita’ di contenere il contagio. “Data la inequivocabilita’ e chiarezza delle disposizioni appena richiamate, appare del tutto evidente che queste ultime non possano essere derogate da alcuna circolare o dalla stessa differentemente interpretate e che rappresentino, quindi, l’indirizzo a cui tutti devono attenersi per non incorrere in violazioni di legge e conseguenti responsabilita'”. Non escluso dunque domani, giorno delle celebrazioni del 25 aprile per la liberazione dal nazifascismo.
Ora Tonelli, “confidando nel ruolo istituzionale” del prefetto e soprattutto “nel doveroso rispetto delle regole” resta “in attesadi cortese riscontro”.
(Bil/ Dire)
17:30 24-04-20
NNNN
letteraon.Tonelli

Leave a comment