CAPITOLO 4 – Spy Pen

SPY PEN

SPY PEN

ARTICOLI DI STAMPA DELLA CAMPAGNA SPY PEN

ANSA

REPUBBLICA

CORRIERE DELLA SERA

BOLOGNA TODAY

GAZZETTA DI PARMA

CASO BONFIGLIO

[pdf-embedder url=”https://www.giannitonelli.info/wp-content/uploads/2019/11/Sentenza-caso-bonfiglio.pdf” title=”Sentenza caso bonfiglio”]

LEGGETE LA SENTENZA E VI RENDERETE CONTO CHE NON ESISTE PROVA CERTA DELLA SUA RESPONSABILITA’, IN QUANTO IN BASE ALLA MEDESIMA FOTOGRAFIA CHE RITRAE UN  POLIZIOTTO DI SPALLE, VENIVANO INDAGATI PIU’ POLIZIOTTI PRIMA DI ARRIVARE A BONFIGLIO.

PARERE PERSONALE,  COME DESCRITTO NEL LBRO, SIEMO IN PIENO ESERCIZIO DELL’USO DEI MEZZI DI COAZIONE FISICA PREVISTI DALL’ART. 53 DEL C.P.

CASO LALLI

[pdf-embedder url=”https://www.giannitonelli.info/wp-content/uploads/2019/11/Sentenza-LALLI-assoluzione-appello.pdf” title=”Sentenza LALLI assoluzione appello”]

UN ALTRO CASO ECLATANTE CHE RIGUARDA UN COLLEGA DI BOLOGNA. IN UN INTERVENTO DI VOLANTE PER L’IDENTIFICAZIONE DI UN CITTADINO STRANIERO, VIENE DENUNCIATO E VENGONO EMESSE DUE SENTENZE “AVVERSE”. IN UNA CONDANNANO LO STRANIERO PER LA MANCATA ESIBIZIONE DEL DOCUMENTO E NELL’ALTRA IL COLLEGA VINE CONDANNATO PER “PERQUISIZIONE ORDINARIA”.

I COLLEGHI DOVETTERO ATTENDERE 7 ANNI PER VEDERSI ASSOLTI IN APPELLO

CASO DE ZORDO

DURANTE UNA MANIFESTAZIONE A BOLOGNA, UNA MANIFESTANTE ACCUSO’ LA POLIZIA DI AVERLA COLPITA AL VOLTO CON UNA MANGANELLATA.

L’articolo di Repubblica

Verità e Giustizia facendo un passo indietro. Il mio intervento Al TEDx di Bologna il 5 novembre 2015


Nel 2013, durante una manifestazione organizzata dagli operai dell’acciaieria di Terni, vi furono frizioni tra i manifestanti e la Polizia. Il sindaco di Terni, accusò di essere stato colpito dallo sfollagente di un poliziotto. Un filmato dimostrò che la ferita in testa al sindaco non era stata causata dalla manganellata di un poliziotto, bensì dall’ombrellata di un amico del primo cittadino.

Nel 2014, a Roma dove, nel corso di una manifestazione degli operai dell’acciaieria di Terni. Per giorni girarono le immagini di un sindacalista con il volto sanguinolentoe venne accusata la Polizia. Nel filmato viene dimostravano che sì, il sindacalista era stato colpito da un pugno ma di un altro manifestante.

Nel marzo del 2015 una signora rumena a Milano, accusò alcuni poliziotti di averle procurato un aborto con un colpo al basso ventre. Le immagini dimostrarono, che la donna non era mai venuta a contatto con le forze dell’ordine, e le analisi individurano che l’aborto era avvenuto per cause naturali. Fu quindi lei stessa ad essere condannata in per calunnia a oltre tre anni di carcere.

LEGGI GLI ARTICOLI

Tiscali News
Milano Today

CASO ZENO ROCCA

SENATORE MARCO SCIBONA,
DOPO LA RAFFICA DI BAGGIANATE E MENZOGNE CONTRO LA POLIZIA CONTENUTE NE SUO INTERVENTO AL SENATO, CHIEDA SCUSA A TUTTI I POLIZIOTTI.
IL SUO “PROTETTO” È STATO CONDANNATO PER CALUNNIA CON LO STRUMENTO DELLE TELECAMERE A DUE ANNI E UN MESE DI RECLUSIONE.

[pdf-embedder url=”https://www.giannitonelli.info/wp-content/uploads/2019/11/ILTEMPO-4-2.pdf” title=”ILTEMPO-4 2″]

Leave a comment